Pavia 9-10 giugno 12′ EDIZIONE PALIO DEL TICINO 2018

PALIO DEL TICINO 2018

Il 10 giugno si svolgerà la XII° edizione del palio del Ticino, con la tradizionale sfida sul Ticino dei barcè delle società remiere pavesi.

A causa degli imprevedibili costi della sicurezza, per la prima volta non verrà organizzata la tradizionale cena in Castello o sul ponte coperto

Domenica 10 giugno
ore 10.30 con la Cerimonia di Benedizione alla Basilica di San Michele Maggiore; in piazzale Ghinaglia Campo d’Armi con le bancarelle.

ore 16.30 Sfilata in costume d’epoca del Corteo Storico dal Castello Visconteo di Pavia fino al Borgo Ticino,

A seguire gara degli arcieri suguita dalla gara dei barcé, tra la Società Canottieri Ticino, La Barcela, la Società Battellieri Colombo, il Club Vogatori Pavesi, il Cus Pavia e l’Associazione Motonautica.


Un po’ di storia sulla nascita del Palio del Ticino

Il “piccolo” Palio, nato sotto i tigli della Canottieri, da un’idea dei compianti Ruggero Gandolfi e Giorgio Centinaio e subito condivisa dalle Associazioni remiere pavesi, è cresciuto ed è diventato un “evento” cittadino annuale che riunisce sport, competizione, storia ed allegria in un weekend di metà giugno.

Ha lo scopo di rinverdire usi, costumi e tradizioni mai dimenticate e valorizzare il nostro Ticino, simbolo indiscusso della città. Le Associazioni si sono fatte carico dell’impegnativo compito di far nascere un nuovo “Palio del Ticino”; nuovo perché se il vecchio “Palio dell’Oca” trovava le sue radici addirittura all’epoca dei Galli, il nuovo Palio del Ticino, nato nel giugno del 2006, si ispira ad un avvenimento storico accaduto in epoca un po’ più recente, nel XV secolo e per la precisione nel giugno del 1431. In quel periodo il Duca era Filippo Maria, figlio di Caterina e di Gian Galeazzo Visconti.

Il tutto trae origine dallo scontro tra la flotta di Filippo Maria Visconti, Signore di Milano, guidata da Pasino degli Eustachi, Pavese e Capitano Generale del Naviglio Ducale e della Darsena, e l’imponente flotta della Serenissima Repubblica di Venezia, comandata da Nicolò Travisano. I navigli ducali, salpati da Pavia per prevenire un attacco alla città nei pressi di Cremona, si imbattono nella flotta della Serenissima che, forte di un centinaio di navi cariche di soldati, risaliva il fiume proprio per portarsi ad assediare l’antica Ticinum.

Il rientro a Pavia fu trionfale e i Pavesi in segno di tripudio imbandierarono le imbarcazioni con tutto ciò che di più vivace e colorato avevano a disposizione, ivi comprese le divise degli ufficiali veneziani catturati, proprio da ciò pare derivi il termine “Gran Pavese” ancora oggi utilizzato per indicare le navi “pavesate” o da “pavesare” nei giorni di festa. A tal fine vogliamo che il Palio, più che la battaglia, si porti appresso la gioia, la festa, il giubilo per lo scampato pericolo, facendoli rivivere fino ai nostri giorni.


Palio del Ticino 2018

Il drappo del Palio del Ticino 2018 è stato realizzato da dall’artista Alessandra Ferrerio.

 

 

PAVIA PALIO DEL TICINO PAVIA PALIO DEL TICINO tamburiSbandieratori con araldo palio ticino 2014Araldo palio del Ticino 2014

Cena del Palio del Ticino 2018 – non prevista
Castello_Matita_Interno_A_WEB

info@paliodelticino.com 
Fb: @paliodelticinopavia

 

Please follow and like us: