Sab. Dic 4th, 2021
ASD AMICI DEL PAVIA
Nata il 16 aprile 2013 l’associazione Amici del Pavia con le prime adesioni del Sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo e della Provincia di Pavia Daniele Bosone.
L’idea è di replicare un modello già utilizzato in altre piazze sportive estere, come  ad esempio a  Barcellona, Bayer Munchen e Real Madrid e localmente con l’esperienza  del Sud Tirol, al fine di avvicinare i propri tifosi ai colori azzurri con una sorta di azionariato diffuso con il coinvolgimento maggiore della cittadinanza.
Con il pagamento della quota d’iscrizione fissata a 50 euro, si avrà diritto anche a una serie di agevolazioni.
I principali responsabili “protempore” della neonata realtà sono
Ferdinando Crovace       Presidente della nuova associazione
Domenico    Buscone      Vice Predisente
Alessandro Rampulla     Vice Predisente
Valerio         Bossi              Rappresentante dei tifosi
Il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo ritiene che questa iniziativa sia un’ottima occasione come scatto decisivo per il coinvolgimento di tutta la città supportando la nostra società sportiva sana grazia al supporto della famiglia Zanchi, facendo dello stadio un luogo sportivo di aggregazione.
Il presidente della Provincia Daniele Bosone individua il progetto come  occasione per far uscire il Pavia Calcio dallo stadio per coinvolgere ampie aree come valore aggiunto di promozione e coesione sociale del territorio.
L’assessore allo sport del Comune di Pavia  Bobbio Pallavicini, sottolinea l’importanza del progetto di rinnovamento dello stadio con un grande investimento economico che lo prevede come luogo di aggregazione sociale
Il vice presidente dell’associazione ritiene che il rifacimento dello stadio consoliderà il valore della società come ringraziamento al grande supporto della famiglia Zanchi e del Comune di Pavia.
Lo stadio deve essere un luogo di incontro e quindi polo attrattivo per famiglie e come importante polo sportivo.
Valerio Bossi è stato designato con votazioni via web come rappresentante dei tifosi. Il motto deve essere “Ora o mai più”.  Pavia non è una città morta ma è una città dormiente.
Ora è il momento di uscire da questa fase e ritornare ad essere numericamente molto più numerosi come lo siamo stati in passato.
Il presidente Pierlorenzo Zanchi ritiene importante questo veicolo fondamentale come messaggio importante per la crescita dell’interesse del territorio
il 30% viene messa a disposizione della famiglia zanchi, 15% è destinato ad imprenditori locali ed il  15% ad azionariato popolare
error

Ti piace questo sito? Seguici anche sui nostri profili social :)