PAVIA 10′ EDIZIONE PALIO DEL TICINO 2016 vinta dal “Club Vogatori Pavesi”

PALIO DEL TICINO 2016

palio 2016

Il Club Vogatori pavesi si è aggiudicato la X’ edizione del Palio del Ticino. Ha preceduto la Battellieri Colombo che aveva vinto le 2 prove iniziali di corsa e tiro con l’arco con una partenza bruciante nella prova decisiva sui barcè.

Classifica finale decima edizione Palio del Ticino 2016:
1. Club vogatori pavesi
2. Battellieri Colombo
3. Ass. Mangialoca
4. La Barcela
5. Motonautica
6. Canottieri Ticino
7. Cus Ticino 

 

Il club Vogatori Pavesi ha vinto la decima edizione del Palio del Ticino che si è disputato domenica 12 giugno. Decisiva la prova finale nel barcè, dove i due vogatori sono partiti subito molto forte, acquisendo una decina di metri di vantaggio che hanno poi difeso dall’attacco della Battellieri Colombo, che si è piazzata al secondo posto.

Durante il secondo fine settimana di giugno, con il Palio del Ticino, Pavia onora il suo fiume, da cui ha avuto nome e destino. Lo fa vestendosi a festa, con gli abiti dei lontani tempi in cui la città osava chiamarsi “seconda Roma” e muover guerra da sola all’Impero della Nazione Germanica; lo fa ripercorrendo in una gara tra amici la sua liquida strada che la collegò al mare, fece di essa un ricco centro commerciale, e che le navi pavesi percorsero per andare a guerreggiare contro piacentini e veneziani. Ricorre da noi (ma sempre più raramente) la frase “Quant’acqua è passata sotto il pontevecchio!” Belle parole: tenere nella loro mite pretesa di riferire al Ticino l’inesorabile trascorrere del tempo, nel quale la città fluviale ha dovuto sempre fare i conti col suo fiume; e si sa come i conti non sempre siano buoni. Fiume amico e azzurro, il nostro: ma io lo rammento con quel breve colore rossogiallofiamma delle esplosioni che distrussero o interruppero i tre ponti. Il progresso ha ben più tolto che dato a Pavia e al Ticino: però con il Palio i pavesi onorano, celebrano, festeggiano l’una e l’altro nel loro passato e nel loro comune destino.

Mino Milani


Un po’ di storia sulla nascita del Palio del Ticino

Il “piccolo” Palio, nato sotto i tigli della Canottieri, da un’idea dei compianti Ruggero Gandolfi e Giorgio Centinaio e subito condivisa dalle Associazioni remiere pavesi, è cresciuto ed è diventato un “evento” cittadino annuale che riunisce sport, competizione, storia ed allegria in un weekend di metà giugno.

Ha lo scopo di rinverdire usi, costumi e tradizioni mai dimenticate e valorizzare il nostro Ticino, simbolo indiscusso della città. Le Associazioni si sono fatte carico dell’impegnativo compito di far nascere un nuovo “Palio del Ticino”; nuovo perché se il vecchio “Palio dell’Oca” trovava le sue radici addirittura all’epoca dei Galli, il nuovo Palio del Ticino, nato nel giugno del 2006, si ispira ad un avvenimento storico accaduto in epoca un po’ più recente, nel XV secolo e per la precisione nel giugno del 1431. In quel periodo il Duca era Filippo Maria, figlio di Caterina e di Gian Galeazzo Visconti.

Il tutto trae origine dallo scontro tra la flotta di Filippo Maria Visconti, Signore di Milano, guidata da Pasino degli Eustachi, Pavese e Capitano Generale del Naviglio Ducale e della Darsena, e l’imponente flotta della Serenissima Repubblica di Venezia, comandata da Nicolò Travisano. I navigli ducali, salpati da Pavia per prevenire un attacco alla città nei pressi di Cremona, si imbattono nella flotta della Serenissima che, forte di un centinaio di navi cariche di soldati, risaliva il fiume proprio per portarsi ad assediare l’antica Ticinum.

Il rientro a Pavia fu trionfale e i Pavesi in segno di tripudio imbandierarono le imbarcazioni con tutto ciò che di più vivace e colorato avevano a disposizione, ivi comprese le divise degli ufficiali veneziani catturati, proprio da ciò pare derivi il termine “Gran Pavese” ancora oggi utilizzato per indicare le navi “pavesate” o da “pavesare” nei giorni di festa. A tal fine vogliamo che il Palio, più che la battaglia, si porti appresso la gioia, la festa, il giubilo per lo scampato pericolo, facendoli rivivere fino ai nostri giorni.


Palio del Ticino 2016

Drappo Palio del Ticino 2016 FUTURISTA

Il drappo del Palio del Ticino 2016 è stato realizzato da “I FU*TURISTI”

 

 

PAVIA PALIO DEL TICINO PAVIA PALIO DEL TICINO tamburi Sbandieratori con araldo palio ticino 2014 Araldo palio del Ticino 2014

Cena del Palio del Ticino 2016
Castello_Matita_Interno_A_WEB

Sabato 11 giugno 2016

ore 20.30

SUGGESTIVA CENA SOTTO IL PORTICATO 
DEL CASTELLO VISCONTEO DI PAVIA
*Cena in collaborazione con Marengo Catering
Prenotazione obbligatoria: 331/4057079

Menu della cena del Palio del Ticino 2016 in Castello Visconteo

CENA PALIO DEL TICINO 2016

Domenica 12 giugno 2016

DALLE ORE 10.30
Campo d’armi e bancarelle
In Borgo Ticino, Piazzale Ghinaglia.

Ore 10.30
Cerimonia di Benedizione del Palio
Santa Messa alla Basilica di S.Michele Maggiore.

Ore 16.30
Sfilata del Corteo Storico
Partenza dal Castello Visconteo giungendo in Borgo Ticino.

Ore 18.00
Corsa, tiro con l’arco e regata sui barcè Gara a squadre all’ombra del Ponte Coperto.

Associazione Palio del Ticino
c/o Canottieri Ticino Strada Canarazzo, 15
27100 Pavia
Tel. 0382 303395
info@paliodelticino.com



PALIO DEL TICINO 2015

La 9′ edizione vinta dalla Canottieri Ticino:

Ecco la classifica finale dopo le tre prove, corsa, arco e barcè

1) CANOTTIERI TICINO
2) LA BARCELA
3) ASS. LA MANGIALOCA
4) BATTELIERI COLOMBO
5) VOGATORI PAVESI
6) MOTONAUTICA
7) CUS PAVIA