FAI PAVIA Giornate d’autunno 13-14 ottobre 2018

Le giornate del Fai, grazie alla delegazione di Pavia, sono l’occasione per visitare alcuni piu’ antichi della provincia di Pavia difficilmente visitabili nelle comuni giornate.

Ecco i luoghi resi accessibili grazie ai volontari del FAI delegazione di Pavia:

– PAVIA, Cappella di San giovanni Nepomuceno

APERTURA A CURA DI

Gruppo FAI Giovani di Pavia

ORARIO

Domenica: 10:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:30)
Note: Si consiglia la visita nelle prime ore della mattina per avere tempi di attesa inferiori.

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Il Ponte Coperto attuale si trova pochi metri più a valle rispetto all’originale romano-medievale,che era in asse con le due direttrici principali nord-sud di Pavia. Nei periodi di secca è facile notare i resti databili all’epoca di Ottaviano o Tiberio.Tra il 1351 e il 1355 avvenne una consistente opera di riassetto che lo portò ad avere dieci arcate,un tetto sostenuto da pilastrini e due torri alle estremità.L’affresco di Bernardino Lanzani(1522)nella Chiesa di San Teodoro mostra come esso facesse parte del sistema difensivo. Nel corso dei secoli i tre restauri più rilevanti che portarono alla forma definitiva furono la sostituzione del ponte levatoio con una porta monumentale per il passaggio di Margherita d’Austria (1599),la costruzione della cappella di S. Giovanni Nepomuceno (1745)e la realizzazione di una seconda porta monumentale dell’architetto Amati (1822).L’attuale struttura del 1951 è una buona citazione dell’originale,danneggiato dai bombardamenti nel settembre del 1944.

– PAVIA,Club vogatori pavesi

APERTURA A CURA DI

Gruppo FAI Giovani di Pavia

ORARIO

Domenica: 10:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:30)
Note: Si consiglia la visita nelle prime ore della mattina per avere un tempo di attesa inferiore

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

NOTE PER LA VISITA

Apertura con orario continuato dalle 10 alle 17.30 (orario ultimo ingresso)

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Il Club Vogatori Pavesi è l’ultima tra le società che nel Ticino si specchiano.Tra i comitati di quartiere formati negli Anni ’70 quello del Borgo si dedicò all’organizzazione di eventi per il recupero delle antiche tradizioni del fiume,una su tutte il Palio dell’Oca,oggi chiamato Palio del Ticino.Nel 1983 si costituì il “Club Vogatori Pavesi” per ridare impulso all’insegnamento della voga alla pavese,questa particolare tecnica era nata dalle necessità lavorative di commercianti,trasportatori e cavatori di ghiaia che avevano nel Ticino una fonte di sussistenza.Dopo un semplice pontile,nel 1986 il club acquistò dalla Società Battellieri Colombo la prima sede vera e propria,una tipica casa galleggiante ormeggiata sulla riva destra del fiume a valle del Ponte Coperto,per soddisfare le esigenze dei soci che ormai sono più di 500.Nel 1996 il club è stato iscritto all’Albo Regionale del Volontariato,attivo accanto alla Protezione Civile con interventi di soccorso soprattutto in caso di piena

VISITE A CURA DI

Gruppo FAI Giovani Pavia e volontari del Club Vogatori Pavesi

NOTE GENERICHE

Apertura in collaborazione con i soci del Club Vogatori pavesi che illustreranno la storia del club, le vittorie sportive ed ambientali che li hanno visti protagonisti ed i numerosi interventi accanto alla Protezione Civile per aiutare gli abitanti del Borgo quando il fiume diventa pericoloso.

– PAVIA Società battalieri Colombo 

Volontari: ragazzi dell’istituto Cairoli. In Lomellina, studenti dell’istituto Pollini e Omodeo di Mortara.
Da visitare: sala che documenta il periodo di occupazione da parte di truppe tedesche dal 1944 al 1945, con esposizione di mappe e documenti cartografici.
Parco: verrà esposta per l’occasione un’antica macchina per la pilatura del riso allestita dall’Ente Nazionale Risi con adiacente il Centro di Ricerche sul Riso con laboratori e dimostrazioni delle tecniche di lavoro, il caveau-archivio e la serra.

APERTURA A CURA DI

Gruppo FAI Giovani di Pavia

ORARIO

Domenica: 10:00 – 17:30 (ultimo ingresso 17:30)
Note: Si consiglia la visita nelle prime ore della mattina per evitare lunghi periodi d’attesa.

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

La Società Battellieri C.Colombo è una delle storiche associazioni remiere di Pavia nata nel 1885 dal distacco di un gruppo di soci dalla Canottieri Ticino. Sulla riva sinistra a monte del Ponte Coperto, il capomastro Carlo Veneroni fece costruire la sede, inaugurata il 2 maggio 1886. Il 1° dicembre 1887 si ebbe la fondazione ufficiale della società.I successi sempre più numerosi dell’attività agonistica, in competizioni nazionali e internazionali di voga“veneta”e di canottaggio, resero necessario l’ampliamento della sede nel 1907, un elegante palazzina liberty a due piani. Problemi di gestione finanziaria e disaccordi tra soci causarono,nel 1913,la liquidazione della società e la vendita della sede.Ormai alle soglie della Prima Guerra Mondiale, si dovette attendere il 30 novembre 1919 per la ricostituzione. La nuova sede, inaugurata il 25 settembre 1921, fu costruita sulla riva sinistra a valle del Ponte Coperto. Scampata ai bombardamenti, si trova ancora là per soci ed il loro Canal.

VISITE A CURA DI

Volontari e Soci della Società Battellieri Colombo; Volontari del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Pavia (DICar)

NOTE GENERICHE

Apertura in collaborazione con i soci della società Battellieri Colombo che esporranno la storia sportiva della società ed in collaborazione con il DICAr (Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura dell’Università degli Stidi di Pavia)

Please follow and like us: