Sab. Gen 23rd, 2021

A PAVIA LA TERAPIA CONTRO IL CORONAVIRUS CON PLASMA INFETTO COVID-19

La terapia sperimentale già condotta in Cina contro il Coronavirus, parte in Italia  dall’ospedale San Matteo di Pavia; una nuova tecnica è stata autorizzata il 27 marzo dal Ministero della Salute ed ha permesso la sperimentazione della terapia, basata sull’infusione di plasma da pazienti guariti o convalescenti su malati di COVID-19.
Il professor Raffaele Bruno, Primario della Struttura di Malattie Infettive della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia conduce la sperimentazione con i primi donatori provenienti da Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, uno dei primi focolai in Italia per contrastare il virus; questa strategia è molto importante in attesa del vaccino che non sarà disponibile a breve immettendo nei malati il plasma con anticorpi per aiutare l’organismo a combattere l’infezione.

Nelle differenti fasi della malattia oltre agli antivirali, vengono utilizzati anche antinfiammatori, come ad esempio il cortisone, che in alcuni casi ha dato ottimi risultati» spiega il professor Raffaele Bruno, che ricorda come le altre terapie sperimentali in corso prevedano anche l’uso di un farmaco anti-Ebola o l’idrossiclorichina, impiegata nel trattamento delle malattie reumatiche.

Leggi anche sul coronavirus a Pavia:

 

error

Ti piace questo sito? Seguici anche sui nostri profili social :)